La Corte Costituzionale salva la legge “punisci writer”

Recensioni

Ce la stavamo aspettando tutti, compreso quel writer milanese che, imputato per imbrattamento davanti ai giudici della Sesta sezione penale del tribunale, ha dovuto attendere che la Corte Costituzionale si pronunciasse in merito. Ma, alla fine, la sentenza è arrivata: si tratta della 102/2018 in cui la Consulta salva l’articolo 639 del Codice Penale, lo stesso che colpisce chiunque “deturpa o imbratta cose mobili altrui”, anche “se il fatto è commesso su beni immobili o su mezzi di trasporto pubblici o privati”. E che, non a caso, è stata ribattezzata legge “punisci writer”.

Annunci

“Milano”: la personale di 2501 alla Wunderkammern meneghina

Recensioni

“Amici di MILANO dopo anni che non faccio una personale a MILANO eccoci qua… la mostra si chiama MILANO, sa di MILANO ed è fatta anche da tutti voi che a MILANO ci state e mi conoscete… croce e delizia… vediamoci che ce la raccontiamo su MILANO!… e ovviamente ne berremo vari”.

Beast e il fotomontaggio: “La mia opera non è solo satira, ma un gioco di immagini tra vero e falso”

Interviste

Avevo scritto di lui, senza interpellarlo, nel lontano 2015, quando il blog aveva meno di un anno e io ero proprio alle prime armi: all’epoca mi ero fatta mille paranoie sul fatto che, se mai mi avesse letto, avrebbe potuto non approvare la visione che avevo non solo del suo modus operandi ma anche dei suoi fotomontaggi. Ma una cosa certa c’era: le sue opere mi facevano davvero impazzire.

Cinquanta Segnalibri per venticinque writer italiani

Recensioni

Tutto nasce nel 2006 quando Inward, Osservatorio sulla Creatività Urbana, organizzò la sua prima esposizione inedita, intitolata “Quarantotto Segnalibri”: ventiquattro graffiti writer rielaborarono forme, strumenti e senso delle loro opere e produssero due manufatti in formato rettangolare (10×40 cm), fuori città, che furono stampati in centinaia di esemplari di segnalibri d’artista.

Dalla radio ai tour, rimanete sintonizzati su Another Scratch In The Wall!

Recensioni

Another Scratch In The Wall is on air! E non solo perché, come dice sempre la saggia Miriana Cappella, “we are learning to flyyyy”. Ma anche perché è di ieri la notizia che noi del team siamo finiti su Radio Lombardia a presentare tutto l’intero progetto, dalla sua nascita ai suoi più recenti sviluppi passando anche per l’associazione culturale Grafite HB.

Talking Walls: 16 scienziati (e gli Orticanoodles) per due istituti superiori di Milano

Interviste

Quando era una giovane liceale e facevo politica a scuola, il mio e nostro sogno era quello di avere le pareti esterne del Liceo Parini ricoperte da murales. Ma niente, ai vecchi parrucconi dell’istituto scolastico più snob di Milano questa cosa non è mai andata giù, sia che gli proponessimo di disegnare cuoricini sia che gli proponessimo di farlo su pannelli smontabili per preservare i pregiati muri dipinti di color grigio carcere.