Vero o falso? Lasciatelo decidere a Pao

Interviste

Quello che in arte è definito un “falso” non piace, tanto meno all’artista che viene “falsato”. Ma Pao, autore dei famosi pinguini milanesi allo spray, ha fatto una scelta tanto diversa quanto ironica: dalla prima settimana di gennaio ha infatti deciso di inaugurare, sulla sua pagina di Facebook, la rubrica “Veramente falso”.

“Nel corso degli anni – mi spiega Pao – ho raccolto un buon numero di lavori, trovati direttamente da me o inviati da amici e fan: la cartella nel mio computer era sufficientemente ampia per poter essere condivisa e così ho fatto. Pensavo che potesse essere una bella idea ed in effetti ha riscosso un certo successo, tanto che Repubblica mi ha contattato per poterla pubblicare ed ora anche te”.  Alimentata con le foto che Pao in prima persona ha scattato in giro per l’Italia, la rubrica documenta così tutti i pinguini mai realizzati dall’artista e, per questo, opera di perfetti sconosciuti. Ma la cosa pare divertire Pao, che, mi dice, “della colonia di fake pinguini apprezzo l’intento di rendere più bello lo spazio urbano con ironia e di riempire di pinguini la città”.

Tra queste quella di Fano, nelle Marche, sembra avere aderito più di tutte all’idea di un’arte per la decorazione dei paracarri in cemento: “I ragazzi che portano avanti il progetto – prosegue Pao – seguono lo spirito iniziale del progetto Pinguini a Otranza: pur ispirandosi al mio lavoro, riescono a creare personaggi simpatici ed originali che arricchiscono la popolazione di pinguini paopao nel mondo”. Ne è addirittura nata una pagina Facebook, “I pinguini di Fano”, che raccoglie le foto dei pinguini in città: “Le autorità – scrivono – sembrano ignorare la faccenda, ma gli avvistamenti oramai sono molteplici. Chi sono veramente? Da dove vengono? Perché si sono insediati nella nostra città? Tutte domande cui non sappiamo rispondere. Alcune caratteristiche di questo pinguino metropolitano sono però evidenti: come per i cugini del polo, l’eccesso di peso e le ali tozze ne impediscono il volo, ma in più sembra aver rinunciato all’elemento acquatico, trovandosi così relegato unicamente alla terra. Dimostrando una capacità di adattamento straordinaria, si è perfettamente integrato al cemento e al traffico cittadino, e, a differenza di tutte le altre specie animali, risulta immune all’inquinamento atmosferico! Il nostro pinguino si è dimostrato piuttosto socievole e pacifico ed è stato spesso accolto bonariamente dai cittadini, ma c’è anche chi ha visto in lui un’oscura minaccia, pericolo di contagio o chissà cosa”. Ed ecco apparire maiali, ricci, gufi, panda, pinguini vestiti da sportivi, addirittura da emo.

Ma Fano non è sola: da Milano a Cesano Maderno, da Modena a Lissone, la rubrica “Veramente falso” è giunta alla sua sesta edizione. E pare non volersi fermare qui.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...