Perchè Sanremo NON è Sanremo

In Italia

Irriverente, allergico alle istituzioni, ma anche profondamente “sul pezzo” e attento all’attualità italiana: lo street artist WC è tornato a far parlare di sé proprio ieri, proprio a Milano. Qui, su un palazzo di San Babila, all’angolo tra via Filippo Corridoni e via Conservatorio, è apparso il suo nuovo pezzo: bersaglio della critica è stato, questa volta, il festival di Sanremo, che oggi chiuderà i battenti.

Il maxi steaker, rimosso già da ieri, dà un’immagine impietosa dello star sistema del festival canoro più famoso d’Italia: giudici per l’occasione sono infatti il conduttore Carlo Conti in versione Manu Chao (vestito, cioè, di un poncho), la soubrette Elisa Isoardi con un seno più grosso della testa e l’ex ministro dell’Integrazione Cècile Kyenge. Tutti e tre i personaggi siedono sugli scranni di The Voice (richiamo, questo, che ha scatenato le ire su Twitter dell’ex conduttore e attuale coach Francesco Facchinetti) e, all’unisono, mostrano il pollice verso (o, nel caso della Kyenge, la “banana versa”) al cantante che si esibisce dietro di loro, il leader della Lega Nord Matteo Salvini. Vestito di un’orrenda giacca verde “Padania”, il fake cantante (o politico?) si sforza di sorridere mentre impugna un microfono con cui amplificare la sua insopportabile voce. Il richiamo all’attualità è dunque doppio: non solo una critica al festival di Sanremo, una kermesse a metà tra il sexy e la politica (di basso livello) che non convince nessuno, ma anche un grido di allerta a quel Salvini che non ha nascosto il desiderio di candidarsi alle prossime comunali come sindaco di Milano. Quel pezzo sembra tanto gridargli “Matteo, non ce la puoi fare!”.

Ma dietro a un pezzo interpretabile secondo mille più una chiavi di lettura  c’è un artista di cui si sa veramente poco. WC ha una scarna pagina Instagram: sfogliando le sue foto si potrebbe dedurre che vada spesso in giro mascherato da licantropo e come tale, e come gran parte dei suoi colleghi, agisca nella notte. Homen nomen, pare avere una passione per il water (ricolmi di Swarosky per i più raffinati, a forma di bocca di donna per i maschietti) e per quello che nel water si fa. Alla sua ancor più recente pagina Facebook, invece, WC, che si firma come farebbe Walt Disney, affida messaggi non poco graffianti. A partire dall’immagine personale, il famoso slogan “Je suis Charlie” mutato in “Je suis WC”, WC definisce il “Corriere della Sera” “Corriere della Servitù”, titola “Bla Bla Bla” un album in cui raccoglie gli stralci dei giornali che parlano di lui, e annuncia il pezzo di Milano con “la politica nel WC, quale sarà il prossimo, quale sarà il prossimo…argh, argh”.

Sì, perché quello di Sanremo non è il suo pezzo più famoso: a cinque giorni dalla sua elezione, il presidente della repubblica Sergio Mattarella si è infatti trovato steakerato a Roma, nei pressi di via Flaminia a pochi metri da Piazza del Popolo. Pure questa volta la scenografia del talent forniva il pretesto al messaggio dell’opera: sulla parte sinistra dell’opera Mattarella era ritratto con un microfono in mano, mentre alle sue spalle sedevano i due grandi avversari nella sua elezione a capo dello Stato. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, seduto su una poltrona sotto cui campeggiava la scritta ‘I Want You’, era ritratto sorridente nell’atto di mostrare la ‘V’ di vittoria; al suo fianco leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, ritratto di spalle, sembrava al contrario ascoltare dubbioso la voce di Mattarella.

Che si tratti dell’inizio di un’operazione virale? Io, sotto sotto, ci spero.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...