Cheap Festival, perchè la street art è anche di carta

Recensioni

Non poteva che tornare a Bologna, città che ha portato alle luci della ribalta la figura del “pasteuppista” Blu, la terza edizione di Cheap, unico festival in Italia focalizzato su quella street art che elegge a supporto privilegiato la carta. Aperta ieri e fino al prossimo 10 maggio, la kermesse dedicata alla streetposter art interviene, come ogni anno, sugli spazi urbani procedendo su un doppio, collaudato binario.

Da un lato vengono scelti come luoghi di intervento muri di grandi dimensioni per lo più collocati nella periferia nord della città: qui, nei quattro quartieri con cui il festival ha annodato uno stretto rapporto di collaborazione sin dalla prima edizione (San Vitale, San Donato, Porto e Navile), vengono collocati gli interventi site specific proposti da artisti attivi da anni nell’ambito della street art. Si tratta di Levalet, il poster artist francese che dopo avere aperto la kermesse lavorerà fino al 3 maggio nella piazza Azzarita del quartiere Porto. NemO’s, l’italiano che dal 2 al 10 maggio lavorerà all’ippodromo di via dell’Arcoveggio in quartiere Navile. Madame Moustache opererà dal 4 al 9 maggio sui muri della Palestra Boxe “Le torri”, situata all’interno del parco Pier paolo Pasolini del quartiere San Donato: a poca distanza da qui sono collocati il Pilastro e la vasta area di verde che si sviluppa sul retro del complesso abitativo del “Virgolone”, già al centro degli interventi proposti duranta il festival  con Stan&Lex (2013) e Orticanoodles (2014). Bifido, il casertano che sempre dal 4 al 9 maggio lavorerà assieme a Levalet al quartiere Porto, questa volta per affiggere il suoi poster sul muro di cinta del Nido – Scuola d’infanzia Mago Merlino.

Dall’altro lato viene portato avanti un processo continuativo di recupero di tabelle affissive di proprietà del Comune in disuso da decenni collocate in centro storico. Le opere che vi vengono collocate sono state selezionate tra tutte quelle che sono pervenute attraverso una open call for artist, questa volta incentrata sulla dicotomia vuoto/pieno, non esclusivamente rivolta agli street artist ma aperta anche a illustratori, fotografi e grafici. Di questa seconda tornata fa parte anche l’operazione che dal 3 al 10 maggio il catalano Vinz Feel Free opererà sul muro di cinta dell’Autostazione in quartiere San Vitale: scandito da ben 13 moduli composti ciascuno da un trittico di bacheche, è l’unico luogo cittadino che torna come una costante nel programma di Cheap. Qui, infatti, nel 2014 ha preso vita Cheap On Board, il progetto di recupero di tabelle di tabelle affissive dismesse rigenerate attraverso la street art Cheap On Board.

Come se non bastasse, per la prima volta nella storia del Festival, Ufocinque con il suo assistente Werther non realizzeranno un progetto nello spazio urbano: Chrono – philia è infatti un’installazione site specific realizzata interamente in carta che verrà inaugurata al TPO di via Casarini 17/5 con un live degli Apes on Tapes e con il dj set a cura di Original Cultures e UrbanResistDance. Ma questo non sarà l’unico evento che si svolgerà indoor: il Festival proporrà infatti un piccolo programma di mostre che vedrà la partecipazione ci Madame Moustache e di AK. La prima mostra, ospitata da 9mq (via Nosaldella 27), verrà inaugurata il 5 maggio alle 19: saranno esposti in mostra i collage originali realizzati dall’artista a partire da riviste e fotografie d’epoca. La seconda mostra, ospitata dalla stanza 101 del centralissimo Al Cappello Rosso 8 (via de’ Fusari 9), verrà inaugurata il 3 maggio alle 19: qui verrà presentata l’installazione site specific  “Triangles in the Room”.

Annunci

2 pensieri su “Cheap Festival, perchè la street art è anche di carta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...