L’Irlanda ha detto sì, anche con i graffiti

Nel Mondo

È ufficiale: con il 60% di votanti favorevoli l’Irlanda ha finalmente riconosciuto anche nella sua Costituzione, all’articolo 41, che “il matrimonio può essere contratto secondo la legge da due persone, senza distinzione di sesso”. Certo non una scelta qualunque, non nella cattolicissima Irlanda, quella che nel 1995 approvò il referendum sul divorzio con appena 9.114 voti di scarto (lo 0,56%): eppure sulla Chiesa di oggi pesano gli scandali sulla pedofilia, le coperture dei casi di violenza sui minori a opera di preti e suore, la doppia vita dei «pastori» in spregio degli insegnamenti che offrivano. Segni profondi, questi, che hanno portato la comunità irlandese al cambiamento: e il risultato del referendum di ieri ne è stato il termometro.

Grande aiuto alla vittoria del Sì è stato fornito da due gruppi sociali da sempre sensibili a questo tipo di tematiche: le donne, specie a Dublino, e i giovani (tra cui molte donne). Tra questi ultimi molti sono stati gli street artists che hanno manifestato per le strade d’Irlanda la loro scelta referendaria: bandiere arcobaleno, YES cubitali su ogni supporto, murales e paste up per tutti i gusti. Qualche esempio?

Sul lato di un palazzo nel centro di Dublino, nella notte tra il 10 e l’11 maggio scorsi, Joe Caslin ha realizzato un gigantesco murales che raffigura due uomini che si abbracciano. Il pezzo, che dopo avere fatto il giro dei social è diventato il simbolo della “yes campaign”, trae ispirazione dall’ottocentesco dipinto “Helleil and Hildebrand the meeting on the Turret Stairs” di Frederic William Burton alla National Gallery of Ireland: da qui la 33enne insegnante Caslin ha deciso di scattare una foto a due modelli, per poi ricavarne un paste up da incollare nella notte sul muro di un edificio di quattro piani di South Great George’s Street, a poche centinaia di metri dal municipio della città e dal famoso Temple Bar. “Ho voluto raffigurare l’abbraccio e la sua tenerezza, l’amore che c’è dietro – ha dichiarato Caslin – sostituendo la coppia eterosessuale con la coppia omosessuale”. Arguto il riferimento al dipinto di Burton: Hellelil e Hildebrand sono infatti i protagonisti di un’antica canzone danese tradotta in inglese a metà dell’Ottocento il cui matrimonio è reso impossibile dal padre di Hildebrand poiché lei è una principessa e lui la sua guardia del corpo. Ha raccontato Caslin: “È la storia di un’unione impedita dall’alto. È un soggetto perfetto per rappresentare quello che sta accadendo oggi, prima del referendum: una potente entità, lo Stato, sta impedendo che un certo tipo di unione possa avvenire”.

Tante poi le foto di murales apparse su Instagram con i gettonati hashtag #yescamapign, #MarRef, #tà, #grà (questi ultimi significano in gaelico “sì” e “amore”): Capoupascap9, Courtney Lynn Keady, da Galway posta la scritta bianca a mosaico “U ARE ALIVE” su un bellissimo sfondo coi colori della bandiera LGBT, Jarlath Gregory da Dublino posta la parola a bomboletta “YES” affiancato da un cuore su uno sfondo coi colori della bandiera LGBT. E poi ancora dammitliz94 immortala il paste up di due donne che si abbracciano da dietro su un castello della brughiera irlandese, mairec38 guarda in alto e tra le finestre di un castello a Dublino scova la scritta “YES” e un cuore sulle finestre di un castello di O’ Connell Bridge, chloetimoneyx fotografa una fantasiosa scritta “YES” realizzata coi volantini sulla saracinesca di un negozio di tatuaggi a Drogheda, enigmatheagency ritrae due uomini pitturati, uno di blu e uno di rosso, sullo sfondo di due cuori alla Keith Haring al cui inetrno è stato inserito il simbolo matematico dell’uguale: si tratta di Fernanda Machado e Orlagh Gilsenan.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...