#Paratissima11, Media Partnership per il nostro primo compleanno!

Recensioni

Ce l’abbiamo fatta: Another Scratch In The Wall sarà tra i Media Partner di Paratissima, manifestazione off di Artissima, la principale fiera di arte contemporanea internazionale in Italia che, come da tradizione, si terrà anche quest’anno a Torino! Ma c’è di più. La data di inizio della kermesse coincide con un evento tutto speciale: il 4 novembre infatti Another Scratch In The Wall compirà un anno di vita!

Una grande collaborazione in una ancora più grande data, che Another Scratch In The Wall vuole festeggiare come si deve. Da domani e fino all’inizio dell’evento (il 4 novembre, appunto) potrete leggere gli speciali contrassegnati dall’hashtag #Paratissima11: uno al giorno, conterranno le  interviste esclusive alle sette gallerie che esporranno alla sezione Urban G@P di Paratissima, mentre nel week end conclusivo, dal 6 all’8 novembre, potrete sfogliare le fotogallery dei pezzi esposti.

Ma di cosa si tratta?

Nata come evento collaterale alla grande Artissima, Paratissima è diventata, in 11 anni di attività, una delle esposizioni di riferimento nel panorama artistico a livello nazionale. Gli artisti di Paratissima sono i creativi (pittori, scultori, fotografi, illustratori, stilisti, registi, designer) emergenti, che non sono ancora entrati nel circuito ufficiale dell’arte ma che, con nomi affermati, desiderano mettersi in gioco. Lo fanno nelle principali sezioni, dedicate al design, al fashion, alla fotografia, alle giovani gallerie di arte contemporanea e street art, ma anche nelle aree didattiche, nei laboratori e negli workshop per innescare una partecipazione attiva, una connessione tra pubblico e giovani artisti durante i cinque giorni dell’evento.

Quella di quest’anno è un’edizione molto particolare, e non solo perché Another Scratch In The Wall ne sarà Media Partner: nel 2015 Paratissima non solo amplia i confini, in un naturale sviluppo internazionale della manifestazione che dal 2014 ha un evento gemello a Skopje e dal 2016 sarà a Lisbona, ma coinvolge anche, a Torino, realtà e artisti, emergenti ed affermati, provenienti da Cina, Macedonia, Mozambico, Russia, Norvegia, Germania e Portogallo. Filo conduttore di questa undicesima edizione è “Ordine o caos?”: ispirata al mondo surreale fotografato da Andrew B. Myers, Paratissima è un tentativo di ordinare il caos, mescolando realtà diverse. Le due anime sono state tradotte in elementi grafici e oggetti che raccontano la storia della manifestazione, ma anche provocatoriamente la città, con la giusta dose di ironia.

Prima le mostre. Si va dalla mostra di punta di questa undicesima edizione, Useless Army, curata da Francesca Canfora per smuovere le coscienze e mantenere viva la memoria attraverso l’arte, alla partecipazione al festival internazionale di fotografia Cortona On The Move che porta, sotto la Mole, i progetti fotografici di Phillip Toledano e Mattia Insolera. Dal ritorno di N.I.C.E., New Independent Curatorial Experience, un corso per 16 aspiranti curatori che coinvolgerà gli artisti esordienti di Paratissima 2015, al China Pavillion, dove la mostra “Utopia e Oltre” raccoglie le visioni di 9 artisti cinesi contemporanei presenti con più di 40 opere tra pitture ad olio e inchiostro, installazioni video e crossmediali.

E poi le sezioni. ParaPhotò, con la mostra “Mistero e intimità”, la categoria “Talenti emergenti” e il filo conduttore “Stra – ordinario”,  ParaVideo, una sala proiezioni dedicata e attiva per tutta la durata della manifestazione con programmazione continua di video di artisti e filmaker d’eccezione, ParaDesign, distretto della creatività legato al disegno industriale, al design autoprodotto, agli oggetti in serie limitata e a tutto quello che è stato immaginato, pensato e progettato per la produzione seriale, ParaFashion, sezione dedicata al fashion e jewel design e al mondo della moda organizzata da un gruppo di creativi fuori dalle logiche del grande mercato, ParaFuture – Artisti in erba, laboratori, incontri e visite guidate per avvicinare i bambini e i ragazzi dai 3 ai 16 anni d’età all’arte contemporanea, e ParaSchool, che quest’anno organizza con la Scuola Internazionale di Comics una “Writing Jam”, la prima sfida in Italia rivolta a scrittori, sceneggiatori, designers, costumisti e storyboarder che si cimenteranno nella realizzazione di un soggetto corale in sole 48 ore.

Ma soprattutto G@P, Galleries @ Artissima: nato nel 2013, si tratta di un vero e proprio settore autonomo dedicato a quelle gallerie d’arte contemporanea che espongono e vendono opere d’arte a budget controllato. Quanto? Mai al si sopra dei 5.000 Euro, nell’intento di rivolgersi ad un target di collezionismo “giovane”, proprio dell’evento. G@P si propone così di colmare lo spazio vuoto esistente a Torino tra la fiera più istituzionale, selettiva e rivolta ad un collezionismo prettamente d’elite, e altre realtà più specifiche o non dedicate all’Arte contemporanea. Ma dall’anno scorso la sezione si è ampliata con Urban G@P, la costola di G@P che porta, all’interno di Paratissima, le gallerie dedicate alla Street Art. Quelle di quest’anno sono sette e a loro saranno rivolte le mie interviste, per capire chi sono queste persone, cosa fanno per promuovere un genere artistico che in Italia si è sviluppato a macchia di leopardo e cosa si aspettano dall’importante vetrina di Paratissima.

Stay tuned!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Un pensiero su “#Paratissima11, Media Partnership per il nostro primo compleanno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...