#Paratissima11 L’amore tutto modenese per la linea, del disegno e non solo

Recensioni

Nata nel 2012, la D406 Fedeli alla linea è la penultima galleria che intervisto nell’ambito di Urban G@P. In lei convivono le due anime che, negli anni precedenti, hanno gettato le basi per quella che è oggi il più importante spazio della città di Moden: quella più vicina al disegno da una parte e quella afferente all’ambito della street art dall’altra. Nessuna delle due, tuttavia, ha la meglio sull’altra: alla D406 l’unica devozione è quella alla “linea”.
Della D406 Fedeli alla linea ne parlo con il suo direttore, Andrea Losavio.

Chi siete?
La galleria D406 Fedeli alla linea nasce nel 2012 dalla fusione della D406 (fondata da me nel 2002), che aveva come caratteristica quella di esporre solo disegnatori coi quali sono stato realizzati oltre 50 volumi, con la galleria Avia pervia (fondata da Pietro Rivasi nel 2007), maggiormente ferrata sul tema della street art. Non è un caso che la prima collaborazione tra D406 e Avia pervia avvenne nel 2012 quando, assieme a 40 artisti provenienti da tutto il mondo, il festival Icone 5.9 di permise di adottare gli edifici comuni colpiti dal terremoto per realizzarvi, in modo del tutto gratuito, 38 murales. Oggi il nuovo soggetto continua a portare avanti le due esperienze, tenendo ben saldo il filo conduttore del disegno attraverso illustrazione, fumetto, street art, cinema di animazione e stop motion. “Fedeli alla linea” è infatti il nostro sottotitolo: si tratta di un gioco di parole non indica solo le nostre radici, emiliane e vicine a quello che hanno rappresentato per la cultura di qua il gruppo musicale degli ex CCCP, ma anche il nostro amore per la linea marcata del disegno.

Quali dei vostri artisti esporranno a Paratissima?
Erica il cane, che coi suoi animali umanizzati di grandi dimensioni ha editato con noi due libri (che ci saranno a Torino), Bastardilla, street artist che lavora in tutto il mondo in connubio con Erica il cane (e di cui a Torino ci saranno disegni originali, inediti e a quattro mani) Francesco Igory Deiana, graffitista italiano ma californiano di adozione che contrappone a graffiti molto belli e geometrici un elemento etereo, quello delle nuvole, e il collettivo FX cui siamo molto affezionati. Si tratta, in quest’ultimo caso, di un gruppo di amici reggiani, militanti di straordinario interesse e intelligenza: sono attivi in diversi progetti legati al territorio di Reggio Emilia, come quello alle officine meccaniche reggiane per le quali hanno effettuato più di 100 interventi da loro diretti.

Cosa significa per voi partecipare a Paratissima e cosa vi aspettate?
Non è la nostra prima volta a Torino. Ma quest’anno, oltre a Urban G@P, parteciperemo nello stesso periodo a un altro progetto, la The Others Fair dal 5 all’8 novembre: qui esporranno i nostri Stefano Ricci (con una cui mostra abbiamo iniziato proprio nel 2002), Fausto Gilberti e Nico Mingozzi ma anche i disegni anni cinquanta che raccontano la storia dell’animazione pubblicitaria italiana dei Caroselli (questo perché Modena, loro nostra città, aveva i più grandi studi di animazione d’Italia a testimonianza del boom economico degli anni Cinquanta). Per quanto riguarda Pararissima, riconosciamo che Torino sia una città artisticamente parlando strepitosa, per quanto sulla street art ci sia ancora un po’ da lavorare. A Paratissima, invece, si può trovare di tutto e di più, a partire dai molti visitatori con cui confrontarsi. Insomma, la nostra principale prospettiva è quella di divertirci!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

2 pensieri su “#Paratissima11 L’amore tutto modenese per la linea, del disegno e non solo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...