Post Mao, post now, post Pao: la nuova mostra di Paolo Bordino

Recensioni

Post Mao, post now, post Pao. Con questo esilarante titolo si è chiusa ieri la mostra di Pao alla galleria Il Castello di Milano, un’esposizione che ha proposto al pubblico 18 opere realizzate dall’artista milanese in un arco di tempo che va dal 2012 a oggi, tra tele, vetroresine e sculture urbane. “Inizialmente il sottotitolo doveva essere qualcosa come Post-Verità, Post di Facebook e Posti Smarriti“, si legge nella presentazione del catalogo a opera di Jacopo Perfetti: e in effetti il percorso contiene opere che vanno dal “post” (inteso come “dopo”) 2012 al “post” (inteso come commento) su Facebook, e un po’ di voglia di “postare” (qualunque significato gli si voglia attribuire) viene.

Troviamo, per esempio, post-verità come la fusione tra comunismo e capitalismo della Cina (non a caso) post-Mao in tele come “KPCC” che unisce la faccia stilizzata del Colonnello Harland Sanders, simbolo del Kentucky Fried Chicken, con quella di Marx, simbolo del comunismo, sovietico oltre che cinese. Ma troviamo anche i “post” più diffusi su Facebook: “Sai? – mi dice Pao, aprendo il suo catalogo – questo quadro è andato venduto subito: mostrava il pollice in su tipico del social di Zuckerberg e recava la scritta in stile sovietico Like for your rights”, proprio sotto l’egida di una falce e di un martello rovesciati.

Ma non dimentichiamoci che quello di Pao è un mondo pieno di post(i) smarriti: quelli che non si trovano in Google Maps o con il Gps, quelli che si raggiungono solo viaggiando su lunghe strade sterrate che nessuno vuole imboccare perché, con le loro illusioni, sembrano non portare da nessuna parte. E allora ecco ancora comparire siepi verdi costellate di insetti e strani occhi animali che ti guardano, gabbie per uccelli che traggono in inganno l’occhio, pinguini agghindati a festa e coccodrilli che sbucano dall’acqua..

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...