Due gallerie per Question Mark: le sedi a Finalborgo e Milano

Recensioni

Finalmente Question Mark, la galleria di arte diffusa dall’animo nomade, ha una sede. Anzi due. La prima, aperta lo scorso 17 dicembre, si trova a Finalborgo, in provincia di Savona (una location non causale per il ligure Daniele Decia). La seconda, invece, è a Milano, in via Briosi all’angolo con piazza Guardi, e aprirà proprio stasera, a partire dalle 18.

L’inaugurazione prevede una doppia personale (aperta fino al 3 febbraio prossimo), che mi vede felice (e un pizzico orgogliosa) per la presenza di un bravo artista oltre che di un amico: si tratta di Lio, la cui pittura, come scrive un altro amico, il giornalista Luca Zuccala, “illumina solcando le geometrie precolombiane – marchio di fabbrica dell’artista – navigando nelle pieghe della figurazione più esplicita. Tutto nel segno del decorativismo reticolato: labirinti che creano fondi intricati che penetrano nella pellicola dei soggetti e nei tessuti delle vesti e dei visi scavati o ricamati nella linea. Una pittura decisa quanto delicata, frutto di una tecnica affinata tra Sudamerica e Stati Uniti, durante il lungo peregrinare alla ricerca di una fonte, poetica ed artistica. Risultato chiaro e godibile in mostra: una miscela matura che ad una formazione “classica” europea, aggiunge una dose di street art, per definirsi nell’intrigo geometrico di stampo greco-azteco”.

L’altro artista presente stasera in mostra sarà, invece, Danilo Sergiampietri, “un architetto che porta nell’operare artistico tutta la complessità del pensiero razionale e progettuale, proprio perché la sua cifra linguistica abita il confine fra pittura e architettura”.

Ma chi è, esattamente, Question Mark? Beh, non è la prima volta che questo nome ricorre sul blog: si tratta, infatti, della stessa realtà che, a Milano, ha dato vita agli interventi legati al muralismo e all’arte pubblica di Elian sui Navigli e dell’hotel a quattro stelle, il NYX Milan, ridisegnato da 13 street artist italiani. A Cinisello Balsamo, invece, ha portato lo stesso Elian alla piscina Paganelli e C.A.P. 20092 (Crocetta Art Project), progetto di rigenerazione urbana con 11 tra street artist e writer italiani.

Non è un caso: fondata da Daniele Decia e Stefania Sarri, Question Mark ha come obiettivo la realizzazione di eventi che siano di stimolo per una riflessione sull’arte contemporanea, sulle interazioni che gli interventi di muralismo attivano in luoghi spesso abbandonati o in vario modo degradati della città. QM si propone come “luogo” di riflessione e di dialogo sull’arte, con particolare attenzione allo sviluppo delle nuove ricerche e dei nuovi percorsi che si sviluppano in ambito artistico all’interno di contesti urbani.

Annunci

Un pensiero su “Due gallerie per Question Mark: le sedi a Finalborgo e Milano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...