Loading

Apre Super Walls, la prima edizione del Festival Biennale della Street Art completamente green

Share

Nell’era dello sciopero scolastico per il clima iniziato da Greta Thunberg, l’ondata green non poteva non investire anche i Graffiti e la Street Art. Ed è proprio così che nasce la prima edizione di Super Walls – Festival Biennale della Street Art, da oggi fino al 16 giugno ad Abano Terme e Padova, una riflessione sul connubio tra Street Art e sostenibilità ambientale per realizzare un progetto che vede l’arte mettersi al servizio della riqualificazione del territorio urbano e suburbano grazie all’utilizzo di colori capaci di purificare l’aria.

Quelli della tecnologia italiana Airlite, le cui pitture, attivate dalla luce, naturale o artificiale che sia, “sono capaci – come riferisce Artribune – di eliminare agenti inquinanti come gli ossidi di azoto, benzene, formaldeide, trasformando ogni parete in un depuratore d’aria naturale come se fosse un bosco diffuso: 12 metri quadrati eliminano l’inquinamento prodotto da una autovettura in un giorno”.

Nell’impresa, ideata e curata dalla critica d’arte Dominique Stella e dal gallerista padovano Carlo Silvestrin e organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, dall’Assessorato alla cultura del Comune di Abano Terme e dall’associazione culturale CIMI, in collaborazione con il Comune di Rennes, sono stati coinvolti 15 artisti italiani e francesi, impegnati a dipingere 20 muri di grandi dimensioni, messi a disposizione da soggetti pubblici e privati. Alcuni degli artisti sono i famosissimi padovani, Axe, Alessio-b, Boogie, Joys, Made514, Orion, Peeta, Roulè, Tony Gallo e Yama, ma interverrà anche la crew de “La Cremerie” di Rennes con Gloar, Fortune, Mya e Hayku.

Ma come mai un gemellaggio tra Italia e Francia? Beh, è frutto di contatti tra i comuni di Abano Terme, Padova e Rennes, che prevedono la partecipazione di un gruppo di artisti italiani ad un’analoga manifestazione in programma a ottobre nella città francese. Mentre, rimanendo in Italia, chi è di passaggio per le terre padovane potrà ammirare gli artisti all’opera in queste località:

Abano Terme – Teatro Polivalente, opera su muro.
Abano Terme – Edificio fronte Duomo (Quartiere San Lorenzo), opera su muro.
Padova – Istituto Rogazionisti (Quartiere Arcella), tre opere su muri.
Padova – MAAP (Zona Industriale), opera su muro.
Padova – Consorzio ZIP (Zona Industriale), opera su muro.
Padova – Condominio privato (Quartiere Arcella), opera su muro.
Padova – Condominio privato (Terranegra), opera su muro.
Padova – Condominio privato (Zona Fiera), opera su muro.
Padova – Alì Supermercati (Negozio via Grassi e “Quartiere Forcellini”*), opere su muri *Fuori Biennale.
Padova – Cinema Rex (Quartiere S. Osvaldo), opera su muro.
Padova – Green Logistics Expo, opera su pannelli.
Padova – Abitazione privata (Quartiere Sacra Famiglia), opera su muro.
Mestrino – DAB Pumps, opera su muro *Fuori Biennale.


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *