Loading

Street Art e astronomia: arriva ad Aielli la terza edizione di Borgo Universo

Share

Dalle strade di città all’universo, passando (anche) per la Street Art. Così potremmo definire Borgo Universo, festival di Street Art, musica, performance e astronomia che, nella sua terza edizione, apre oggi fino al 4 agosto ad Aielli, in provincia de L’Aquila.

Tra i vicoli che dalla piazza del paese conducono alla Torre delle Stelle, che per l’occasione inaugura il Museo del Cielo dedicato ai 50 anni dall’atterraggio dell’uomo sulla luna, Borgo Universo (ri)porta nel cuore dell’Abruzzo tematiche e contenuti originali quali, appunto, la relazione tra arte e scienza, tra produzione culturale e studio astronomico.

Non è un caso: “Aprirsi al mondo – dicono gli organizzatori – è la chiave con cui Borgo Universo innova e si rinnova per la terza edizione: in aggiunta ai 15 lavori esistenti di Ericailcane, Alleg, Gio Pistone, Luca Zamoc per nominarne alcuni, quest’anno si realizzeranno altri 5 interventi di Street Art. Ospite di grande eccezione Okuda San Miguel, street artist spagnolo celebre in tutto il mondo. Nelle sue grandi opere, ascrivibili al Surrealismo Pop, strutture geometriche multicolore si mescolano con forme organiche, corpi senza identità, animali senza testa e simboli che stimolano l’immaginazione dell’osservatore. Le sue opere affrontano spesso grandi questioni quali l’esistenza, l’universo, l’infinito, il senso della vita e le contraddizioni della falsa libertà, evidenziando il conflitto tra la modernità e le nostre radici: in definitiva tra l’uomo e sé stesso”.

Lungo le strade e gli scorci dell’antico borgo si potranno inoltre scoprire numerose opere ed installazioni di artisti che lavoreranno in modalità “site specific” per trasformare il paese di Aielli in un incredibile museo a cielo aperto, un luogo fuori dal tempo all’insegna dell’arte, della condivisione e del divertimento. I popoli e le culture di tutto il mondo saranno l’elemento centrale del festival con un mix di sonorità provenienti dai vari continenti ed un’offerta di dodici ore di programmazione con concerti, live/dj set, artisti di strada, teatro, danza, poesie e performance che animeranno ogni giorno i due stage del festival e le vie del borgo antico all’insegna della pura sperimentazione. Un esempio? All’interno della proposta musicale spicca il nome dei Nu Guinea che presenteranno Nuova Napoli live band, progetto nato a Napoli e di stanza a Berlino e frutto delle fusioni fra sintetizzatori elettronici e strumenti tradizionali e dell’incontro fra differenti culture e popolazioni.

Ma Borgo Universo non si ferma qui. Osservazioni solari e notturne, l’incanto del planetario 3D, il museo del Cielo. E poi ancora tour guidati dei murales, escursioni nella natura, il lancio dell’audiolibro partecipato di Fontamara letto dagli abitanti del paese, cucine aperte da mezzogiorno fino a notte inoltrata, eventi di street food e piatti tipici organizzati dalle associazioni del paese animeranno la quattro giorni locale.


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *