Loading

A Sulmona il sogno di una scuola più sicura si chiama DREAMS

Share

Il 6 aprile 2009 violentissime scosse distruggono l’Aquila e parte delle zone della sua provincia. Il terremoto lascia un’eredità profonda, parte della quale è ancora visibile nelle crepe degli edifici, ma è proprio da quelle crepe, da quei muri, che prende vita una bella storia di rinascita.

Protagonista è la Scuola media “G. Capograssi” di Sulmona che, nell’ambito della call DREAMS_Murales per il futuro, è stata firmata da cinque autori tra i nostri preferiti. Sono infatti di Guerrilla Spam, Kiki Skipi, Geometric Bang, Ale Puro ed Egeon Mantra le cinque opere create sulle torri sismo-dissipativi dell’edificio. Il progetto, ideato dal Raggruppamento temporaneo d’imprese “MC Costruzioni Edili s.r.l.; ASE – Applicazioni Speciali nell’Edilizia s.r.l, DGL snc di Marco G, con la collaborazione di STA Progetto Integrato e con la direzione artistica del Laboratorio d’arte MAW, è stato pensato, nel febbraio scorso, per comunicare un’opera innovativa di ingegneria antisismica – affidata al Raggruppamento dal Comune di Sulmona – ma anche per affermare e concretizzare il sogno di una scuola più sicura, promuoverla e valorizzarla come luogo in cui poter discutere e combattere le paure di ogni emergenza scegliendo l’arte urbana come linguaggio di creazione urbana quanto mai così contemporaneo. 

DREAMS è anche la realizzazione del sogno di creare per Sulmona un vero e proprio parco della street art, un museo a cielo aperto come luogo di aggregazione, visitare e organizzare iniziative dove entrare in contatto con un’espressione artistica ancora tutta da scoprire. 

I cinque murales verranno presentati al pubblico in occasione della riapertura della Scuola “G. Capograssi”, fissata, si spera, per settembre.

I sogni vanno coltivati, Kiki Skipi (Chiara Pulselli)10
Day & Night, Geometric Bang (Mattia Botta)6
Oltre, Ale Puro (Alessandro Stilla)2
Sulle colonne della diversità, Guerrilla Spam8
Su misura, Egeon Mantra (Matteo Picelli)4

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *