Viaggio a Christiania, la Città Libera di Copenaghen

Foto, Nel Mondo

Se è vero che la prima impressione è quella che conta, la mia prima impressione l’hanno fatta quattro signori al bar: quasi tutti tra i 60 e i 70 anni, uomini e donne dai capelli grigi e dai volti asciutti, i quattro amici, seduti su un tavolino per strada, tenevano in una mano un succo di frutta e nell’altra un’enorme joint accesa che emanava un profumo meraviglioso. Io e il mio compagno di viaggio ci siamo guardati e ci siamo detti “Bella, siamo a Christiania”.

Annunci

Il Collettivo FX è finito al cimitero

Foto, In Italia, Recensioni

E così, mentre Banksy è a Parigi (mandando in visibilio i suoi fan che si chiedono come mai i Massive Attack non siano in tour nella capitale francese) e mentre a Torino i “writer pentiti” giocano a dadi con la compagnia di San Paolo, il Collettivo FX finisce al cimitero. Anzi, in due cimiteri.

La storia di Kbag, Lover e Trip, finita su un lungolinea a Londra

Foto, Nel Mondo, Recensioni

“Tutti volevano bene a Jack e l’unico conforto che abbiamo è che è morto facendo qualcosa che amava”. Con queste parole la famiglia di Jack Gilbert ha commentato la morte del 23enne dopo che, oltre una settimana fa, la British Transport Police (BTP) ha ritrovato il suo corpo su un tratto di binario sopraelevato tra Brixton e Denmark Hill, vicino alla stazione di Loughborough Junction, a sud di Londra. Assieme a lui anche gli amici Harrison Scott-Hood, di 23 anni, e Alberto Fresneda Carrasco, di 19 anni, sono morti in quello che è stato definito da più parti una vera e propria tragedia, un colpo al cuore o, più semplicemente, qualcosa che succede.

È tornato l’Amazing Day con l’edizione 2018

Foto, In Italia

Puntuale come ogni anno l’Amazing Day è tornato alla sua casa base, Locate Triulzi, per un’edizione (l’undicesima) davvero da  ricordare. Tanti gli amici invitati a dipingere, tanta la musica durante le serate, tanti gli eventi come art performance, exhibitions, contest, laboratori per bambinni e addirittura la visione di documentari storici. Tutto, come sempre, sotto la sapiente direzione di Mr. Wany, al secolo Andrea Sergio, vero iniziatore di questo bellissimo evento.

Milano Art Week 2018: una visita al MiArt e a W.A.L.L. di Eron

Foto, In Italia, Recensioni

In una Milano tutta infiocchettata, a qualche ora dalla fine della Milano Art Week e con il Salone del Mobile (con relativo Fuori Salone) alle porte, mi sono concessa un pomeriggio a base di arte con un ospite d’eccezione: l’amico (e ormai anche confidente) Rendo.

Urban Art Fair 2018: apre a Parigi la terza edizione della fiera dedicata all’arte urbana

Foto, Nel Mondo, Recensioni

Dopo il vernissage di ieri sera, apre oggi al grande pubblico la terza edizione parigina di Urban Art Fair: per l’occasione, e fino al 15 aprile, si riuniranno al Carreau du Temple 32 gallerie (di cui 11 nuove) provenienti da otto Paesi di tutto il mondo, per un totale di oltre 200 artisti in mostra.

Musica, arte, ecosostenibilità: alla Fabbrica del Vapore occupata nasce Acropolis, Tempio del Futuro Perduto

Foto, In Italia

Fuori dal cancello di via Nono al 9 campeggia la scritta “Bene pubblico in fase di ristrutturazione, soggetto ad autogestione sperimentale temporanea”. Dentro, un cortile pieno di marmi dismessi dal vicino Cimitero Monumentale fa da ingresso allo stabile: un edificio, parte della Fabbrica del Vapore, di 800 metri quadrati dotato di uno spazio polifunzionale, uno scantinato, bagni di servizio e diversi uffici. Tutti abbandonati all’incuria e, ovviamente, inutilizzati.