I tour su misura di MilanoArte: storici dell’arte con la passione per la Street Art

Recensioni

Un tour a tema Street Art “cucito” addosso alle esigenze di un cliente? Da oggi si può. È questa l’innovativa veste che hanno deciso di indossare le visite guidate di urban art fatte da MilanoArte, progetto di turismo culturale che opera nella capitale meneghina e in tutto il nord Italia.

Annunci

ORME: ecco come l’Ortica tiene viva la sua Memoria

Recensioni

Orti, binari, ferrovieri e operai una volta. Associazioni, cooperative e cittadini oggi. L’Ortica è così: un quartiere milanese di lunga data che, a causa (o forse proprio grazie) della sua natura così identitaria ha saputo mantenere i suoi tratti distintivi pur nel grande processo di gentrificazione che caratterizza ogni grande città in via di sviuppo. Ed è proprio qui, tra passato e presente, tra gli operai e le associazioni, che si pone il progetto ORME Ortica Memoria, curato da Jacopo Perfetti e realizzato dall’associazione ORME con la collaborazione artistica del gruppo che proprio alla zona deve il suo nome: Orticanoodles.

I colori delle bombolette sulle barriere anti terrorismo di Milano

Foto, In Italia

È una vigilia di Natale un po’ insolita quella che stiamo vivendo a Milano. Dopo la strage dei mercatini di Berlino, ma soprattutto dopo che Anis Amir, il killer fautore di quella stessa strage, è stato scovato quasi per caso e ucciso a Sesto San Giovanni, l’allerta in città è alle stelle. Da quel 19 dicembre, infatti, il Comune ha deciso di installare nei punti più “sensibili” file di jersey, le barriere anti carro in cemento armato che dovrebbero servire come misura anti sfondamento nel caso si ripetesse un attacco simile a quello della capitale tedesca. Un’azione spiacevole, quasi invasiva, ma che è stata resa meno dura dall’azione rigenerante degli street artist.

La terza dimensione della Street Art, tra gesso, argilla e colla. Intervista a UrbanSolid

Interviste

Cosa ci fanno Adamo ed Eva in costume e occhiali da sole all’imbocco di un ponte? E un paio di orecchie e nasi dai colori fluo nel cuore della movida milanese? O, ancora, il simbolo dell’Euro composto da grandi spermatozoi nel sottopasso di una piazza? Per saperlo bisogna chiederlo ai legittimi autori, il duo di artisti milanesi Urban Solid, che ha realizzato questi (e altri) bassorilievi e che li ha piazzati in giro per le vie delle maggiori città europee, da Londra a Praga passando per Parigi, Berlino, Amsterdam e la Svizzera. Una forma di street art che non si avvale di bombolette e acrilici quanto di gesso, stampi e colle per affiggere sui muri vere e proprie sculture surreali.

Wunderkammern, a Milano la mostra “prevedibilmente irrazionale” di JonOne

Interviste

Sarà pure cresciuto a Parigi, ma l’imprinting newyorkese JonOne non l’ha mai perso. Nemmeno nella sua mostra italiana, la quinta in ordine di tempo dopo quelle del 1988, del 1994 e le due del 2009, ma la prima alla Wunderkammern di Milano. La galleria, che il due mesi fa aveva debuttato con una personale (la prima in città) di Blek Le Rat, questa volta si orienta sul writing con inflessioni pop dell’artista di Haarlem: dal 16 marzo al 21 maggio “Predictably irrational” inonderà di lettere colorate gli spazi bianchissimi dello spazio di via Ausonio 1.

#StreetForum Nulla di losco dietro a graffiti e street art

Interviste

Il viso incappucciato, le bombolette nella tasca della felpa, lo sguardo basso per non farsi riconoscere. Siamo davvero sicuri che quello è un writer? O, piuttosto, è la visione distorta che un po’ tutti ci siamo fatti di un writer, un losco figuro che “attacca” nel buio della notte? Lavorare sui muri non significa fare cose a caso purchè illegalmente.