È tornato l’Amazing Day con l’edizione 2018

Foto, In Italia

Puntuale come ogni anno l’Amazing Day è tornato alla sua casa base, Locate Triulzi, per un’edizione (l’undicesima) davvero da  ricordare. Tanti gli amici invitati a dipingere, tanta la musica durante le serate, tanti gli eventi come art performance, exhibitions, contest, laboratori per bambinni e addirittura la visione di documentari storici. Tutto, come sempre, sotto la sapiente direzione di Mr. Wany, al secolo Andrea Sergio, vero iniziatore di questo bellissimo evento.

Annunci

Alla Galo Art Gallery la mostra Ephemeral Beauty di Mr. Wany assieme a Mr. Deep show

Interviste, Recensioni

Una mostra, come l’ha definita Mr. Wany stesso, “che è per gente del settore”. Una mostra che spiega, celebra e interpreta il percorso che i graffiti hanno compiuto a partire dagli anni Settanta nella subway newyorkese per arrivare, parecchi anni più tardi, anche in Italia.

Il Natale? Passalo alla Key Gallery!

Recensioni

È proprio vero il detto “Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi”? Alla Key Gallery di via Borsieri 12 a Milano pare proprio di no. Dal 2 al 23 dicembre va infatti in scena “Christmas in Art – Una Caotica Mostra di Natale” che porta negli spazi della galleria le opere di 16 artisti provenienti da tutta Italia.

33 anni dopo si torna a Quattordio, sulle tracce di Delta 2, Ero, Phase 2 e Rammellzee

Recensioni

Era il 1984 quando, grazie a Francesca Alinovi, a Bologna tutto aveva inizio: “Arte di frontiera” furoreggiava alla Galleria Comunale d’Arte Moderna e in Italia si aggirava il meglio della scena americana dei graffiti, con nomi del calibro di Delta 2, Ero, Phase 2 e Rammellzee. Furono proprio loro a essere stati invitati dalla IVI, Industrie Vernici Italiane (sponsor dell’evento, acquisita e divenuta nel 1986 PPG) in visita allo stabilimento di Quattordio: qui tra giugno e luglio i writers trascorsero molti giorni in azienda e a contatto con la popolazione, in un paese che mai prima di quel momento aveva conosciuto una cultura tanto diversa. I quattro realizzarono in azienda e in paese molte opere, schizzi e graffiti utilizzando qualsiasi tipo di vernice o resina, applicandoli sui più disparati oggetti, dai pannelli metallici alle tele, passando per le auto, una Vespa e addirittura un pullman, ma la maggior espressione artistica la misero sul muro della piazzetta centrale del paese (oggi Piazzetta Pettazzi), utilizzando bombolette spray.