Street art in cattedra all’Outdoor Camp

Recensioni

Vi ricordate l’esperienza della Caserma Mameli di Milano, dove i murales dei ragazzi che l’avevano occupata sono stati prontamente bloccati da uno sgombero e, ora, lasciati all’abbandono? Una dimostrazione di arretratezza e ottusità su cui Milano, la capitale dei cento muri liberi, non può che imparare. Da chi? Da Roma, per esempio, dove fino al 15 settembre sarà l’Outdoor Camp ad aprire le danze della sesta edizione dell’Outdoor Festival, a sua volta in programma dal 2 al 31 ottobre, quando quindici artisti trasformeranno la caserma in temporary museum.

Annunci