Viaggio a Berlino, tra ferrovie, spiagge multietniche e gentrificazione

Foto, Nel Mondo

Natale con i tuoi e Pasqua.. a Berlino! È andata proprio così: dopo sei anni, durante le ultime vacanze pasquali, sono tornata nella città europea più iconica che conosca, la città degli edifici bombardati e (quasi) mai ricostruiti, del muro, dello zoo, della comunità turca. E, ovviamente, della Street Art. Certo, durante il ponte visitare musei e locali è impresa ardua: ma la strada, per fortuna, non chiude mai e, gambe in spalla, ho girato la capitale tedesca alla ricerca della Street Art, locale e internazionale.

Annunci

La terza dimensione della Street Art, tra gesso, argilla e colla. Intervista a UrbanSolid

Interviste

Cosa ci fanno Adamo ed Eva in costume e occhiali da sole all’imbocco di un ponte? E un paio di orecchie e nasi dai colori fluo nel cuore della movida milanese? O, ancora, il simbolo dell’Euro composto da grandi spermatozoi nel sottopasso di una piazza? Per saperlo bisogna chiederlo ai legittimi autori, il duo di artisti milanesi Urban Solid, che ha realizzato questi (e altri) bassorilievi e che li ha piazzati in giro per le vie delle maggiori città europee, da Londra a Praga passando per Parigi, Berlino, Amsterdam e la Svizzera. Una forma di street art che non si avvale di bombolette e acrilici quanto di gesso, stampi e colle per affiggere sui muri vere e proprie sculture surreali.